F.A.Q.

Domande frequenti su BTK-3D

Cosa devo fare per sviluppare un caso di Chirurgia Computer Guidata con metodica BTK-3D?
La prima cosa da fare è richiedere a Biotec il contatto del Centro di Sviluppo Dime BTK più vicino al proprio studio.
Verrà guidato nelle primissime fasi della preparazione dei modelli del paziente e della pianificazione protesica del caso.


Quali sono i passaggi principali previsti dalla metodica BTK-3D?

• Selezione del caso chirurgico

• Contatto con il Centro Sviluppo Dime: progettazione protesica preliminare

• Presa d’impronta e cera di masticazione (eventuale montaggio dei denti)

• Invio dei modelli in gesso al Centro di Sviluppo Dime

• Ricezione della dima radiologica con transfer di sovrapposizione

• TAC del paziente

• Invio dei file DICOM e ricezione della licenza software

• Pianificazione impiantare

• Invio del progetto impiantare a Biotec

• Ricezione di:
- modello anatomico Realpatient CAD-CAM
- dima chirurgica
- provvisorio (se richiesto)

• Intervento chirurgico.


Che modelli in gesso devo preparare?
I modelli necessari variano in base al caso chirurgico da trattare ed alla progettazione protesica preliminare
effettuata con il supporto del Centro di Sviluppo Dime. Per questo risulta fondamentale il contatto diretto con il Centro di Sviluppo Dime autorizzato BTK.


Non sapevo della dima radiologia e ho già la TAC al paziente. Posso fare il caso con la chirurgia guidata?
Dipende dalla qualità dell'immagine: se si distinguono le superfici occlusali dei denti e non ci sono eccessivi artefatti metallici
è possibile procedere alla progettazione del caso. In caso di edentulia totale bisogna forzatamente aprire il lembo.
In assenza della dima radiologica non sarà quindi possibile effettuare una chirurgia flapless.


A cosa serve il mattoncino rosso?
Il marker di sovrapposizione (3DMarker) serve per accoppiare la scansione del modello in gesso e della protesi del paziente
con la TAC del paziente stesso. In questo modo sarà possibile effettuare una pianificazione implantare protesicamente guidata.
In secondo luogo sarà possibile generare il modello anatomico del paziente tramite tecnologia CAD-CAM.


Chi fa la scansione dei modelli?
Le scansioni del modello e della dima radiologica vengono fatte direttamente dal Centro di Sviluppo Dime.


Se voglio utilizzare il software solo come strumento di diagnosi cosa devo fare?
Basta semplicemente contattare Biotec appena ricevuto il CD dalla radiologia.
Connettendosi in rete, un tecnico Biotec provvederà a recuperare le informazioni necessarie al fine di convertirle in licenza software.


C’è un protocollo particolare per l’esame TAC?
Per l’esame TAC è necessario che la dima radiologica calzi perfettamente in bocca e sia ben salda.
L’esame TAC va fatto con il paziente in occlusione così da stabilizzare la dima radiologica.
Il transfer di sovrapposizione deve essere completamente inglobato nella scansione.


Che file devo richiedere alla radiologia?
Per generare la licenza software è necessario richiedere alla radiologia le immagini assiali non compresse in formato DICOM.


Serve un doppio esame TAC?
No. Serve un solo esame TAC. Il paziente durante tale esame dovrà indossare la dima radiologica e, in caso di edentulia totale, l'indice occlusale in silicone.


A cosa serve il modello fresato CAD-CAM?
Il modello Realpatient CAD-CAM serve al Centro di Sviluppo Dime per costruire la dima chirurgica.
Inoltre, nel caso venga richiesto, tale modello può essere sfruttato per lo sviluppo della protesi provvisoria prima dell’intervento chirurgico risparmiando così l’impronta post-intervento.


Posso far fare al mio tecnico la dima radiologica?
Per i primi casi di chirurgia guidata consigliamo di rivolgersi soltanto ai Centri di Sviluppo Dime autorizzati.
I nostri tecnici sono comunque a disposizione per trasferire al proprio tecnico le informazioni necessarie allo sviluppo delle dime radiologiche.